lunedì 3 aprile 2017

Trovata in Novegia una nave giocattolo vichinga vecchia di 1000 anni.



Un giocattolo di legno scoperto durante uno scavo in un sito dell'età del ferro in Norvegia centrale, suggerisce che 1.000 anni fa un bambino ha immaginato feroci battaglie vichinghe giocando con la replica di una nave intagliata nel legno.

Trovata sepolta nel pozzo asciutto di una piccola azienda agricola nel comune di Ørland sulla tundra costiera, la barca è stata intagliata in uno stile simile a quello delle imbarcazioni vichinghe, con una prua sollevata e un foro al centro che probabilmente reggeva un albero con una vela.


L'era vichinga, databile attorno al periodo che va dal 800 al 1066 dC, ha segnato un momento in cui i marinai ed esploratori scandinavi navigavano verso le regioni costiere d'Europa e verso Bahdad, e le loro particolari imbarcazioni a vela erano ben note, a quanto pare, anche agli agricoltori dell'entroterra, che hanno scolpito repliche delle loro navi per i bambini.

"Questa barca giocattolo dice qualcosa circa le persone che hanno vissuto qui," ha detto in un comunicato Ulf Fransson, leader di campo per lo scavo ed archeologo della Norwegian University of Science and Technology (NTNU) University Museum.

Non solo il giocattolo di legno indica che un bambino - o più bambini - hanno vissuto in questa fattoria, suggerisce anche come avrebbe potuto essere lo stile di vita di quei bambini, ha detto Fransson.

"Esso dimostra inoltre che i bambini di questa fattoria potevano giocare, e che avevano il permesso di fare qualcosa di diverso dal lavoro nei campi o dall'aiuto alla fattoria,".


Giocattoli di legno e scarpe in pelle
Nello stesso pozzo - e in un altro molto vicino - sono stati anche trovati pezzi di cuoio da scarpe, che risalgono a un periodo che va da circa il 1015 al 1028 dC. Nel sito sono state scoperte almeno sette aziende agricole e fattorie risalenti ad almeno 1.500 anni fa, e gli archeologi stanno mettendo insieme ciò che questi raggruppamenti di fattorie potrebbero rivelare della vita comunitaria durante il Medioevo, è quanto riferisce Ingrid Ystgaard, archeologa del  NTNU University Museum e responsabile organizzativa dello scavo.

"Questa è una delle più grandi questioni che stiamo studiando, lo sviluppo delle aziende agricole in questo settore in un arco di 1.500 anni nel passato. E' materiale fantastico", ha detto la Ystgaard nella sua dichiarazione.

Situata lontano dall'oceano, la fattoria dove è stato trovato il battello giocattolo non era vicina alle grandi rotte commerciali o città, ed probabilmente non era una delle aziende agricole più prospere della regione, ha detto la Ystgaard.

Tuttavia, la vita in fattoria, secondo Fransson, ha fornito abbastanza tempo libero ad un adulto per intagliare un giocattolo per bambini, e ad un bambino per giocare con quel giocattolo.


Un giocattolo ben conservato
La barca giocattolo pur essendo fragile si è probabilmente conservata così bene a causa del livello di altezza dell'acqua nel pozzo dove è stata trovata - gli archeologi hanno detto nella dichiarazione che in un luogo asciutto si sarebbe probabilmente decomposta.

Anche se i Vichinghi sono stati a lungo considerati saccheggiatori e predoni dei villaggi costieri, recenti scoperte hanno messo in discussione questa idea. Uno studio pubblicato nel dicembre 2014 sulla rivista Philosophical Transactions della Royal Society B ha suggerito che i Vichinghi intrapresero viaggi per mare al fine di stabilire colonie e rotte commerciali - e che le donne navigavano sulle navi vichinghe insieme agli uomini.

Forse questa idea ha raggiunto una giovane ragazza in una fattoria norvegese che giocava sulla tundra 1.000 anni fa, mentre teneva in mano la sua barca vichinga giocattolo e sognava di navigare in mare aperto.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...