martedì 4 aprile 2017

Come facevano i Dinosauri a comunicare?


I dinosauri non avevano a disposizione e-mail o messaggi di testo per tenersi in contatto, ma gli scienziati sono abbastanza certi che questi animali dialogassero. In quelle comunicazioni probabilmente erano compresi fischi e urla, schiocchi, danze e canti, e anche richiami sessuali simbolici realizzati con un piumaggio vistoso.

Indizi desunti da reperti fossili e correlati con animali vivi, come uccelli e coccodrilli, suggeriscono i modi in cui queste antiche creature ipoteticamente comunicavano, ha detto Thomas Williamson, paleontologo e curatore presso il New Mexico Museum of Natural History and Science.
"Contiamo molto sugli animali moderni per fare supposizioni sugli animali estinti", ha detto Williamson a Live Science.




Versi, schiocchi e fischi
Secondo uno studio pubblicato nel luglio 2016 sulla rivista Evolution, i dinosauri potrebbero aver generato rumori con la bocca chiusa, proprio come gli schiocchi e i fischi che alcuni uccelli emettono oggi.

"Le vocalizzazioni a bocca chiusa sono suoni che vengono emessi attraverso la pelle nella zona del collo, mentre il becco è mantenuto chiuso", ha detto il ricercatore responsabile dello studio Tobias Riede, un assistente professore di fisiologia veterinaria presso la Midwestern University in Arizona. "Per farlo, gli uccelli in genere spingono l'aria che serve alla produzione del suono in un sacchetto esofageo, piuttosto che espirare attraverso il becco aperto."

Il tubare delle colombe è un buon esempio di questo comportamento, ha detto.

Per capire come generano i suoni con la bocca chiusa, i ricercatori hanno analizzato la distribuzione di questa capacità negli uccelli e di altri gruppi di rettili, dice Riede. Gli scienziati hanno scoperto che questi fischi si sono evoluti, almeno 16 volte negli Arcosauri, un gruppo che comprende uccelli, dinosauri e coccodrilli.

"È interessante notare che solo gli animali con dimensioni relativamente grandi del corpo (circa le dimensioni di una colomba o più grande) utilizzano le vocalizzazioni a bocca chiusa", ha detto Riede a Live Science in una e-mail.
Inoltre ha aggiunto che "dal momento che i dinosauri sono membri del gruppo degli Arcosauri, e molti avevano un corpo di grandi dimensioni, è probabile che alcuni dinosauri emettesssero vocalizzazioni a bocca chiusa, in modo molto simile a quello degli uccelli di oggi."


Fronzoli e danze
I Dinosauri estinti - come i loro parenti ancora in vita, i moderni uccelli - possono aver "comunicato" anche tramite il canto, le danze, i profumo e il piumaggio variopinto, ha detto Williamson .
Le corna, i fronzoli e le creste che adornavano le teste dei Dinosauri potrebbero essere stati utilizzati per i rituali di accoppiamento o per intimidire i rivali. Per esempio, i fossili mostrano che un parente del Triceratopo (Protoceratops andrewsi) aveva sviluppato fronzoli più grandi e placche corneee sulle guance quando era maturato, suggerendo che queste decorazioni contribuivano alla comunicazione nella specie, ed eventualmente servivano per catturare l'attenzione dei compagni.

Queste corna e fronzoli probabilmente trasmettevano anche informazioni sulla classe sociale del Dinosauro e informazioni sull'età agli altri della sua specie, è quanto riferiscono i ricercatori nello studio pubblicato sulla rivista Palaeontologia Electronica a gennaio .

I fossili di Dinosauro hanno anche offerto altri indizi allettanti circa i sensi degli animali. In base alle dimensioni dei loro occhi e al tipo di visione dei loro parenti (vale a dire, uccelli e coccodrilli), è possibile dedurre che i dinosauri avessero  un'eccellente visione dei colori, ha detto Williamson. Inoltre, recenti scoperte di modelli di colore sulle piume dei dinosauri suggeriscono che le piume variopinte potrebbero aver giocato un ruolo nella trasmissione di messaggi.


I suoni profondi dei dinosauri.
Alcuni dinosauri dal becco d'anatra, chiamati Hadrosauri, avevano creste elaborate che contenevano le estensioni lunghe e risonanti delle vie respiratorie. Williamson e colleghi hanno scoperto che queste creste sono naturalmente delle casse di risonanza e quindi potrebbero aver facilmente prodotto suoni a bassa frequenza.
"Sulla base delle proprietà fisiche delle ossa che trasmettono il suono tra i timpani e dell'orecchio medio, sappiamo che questi dinosauri erano in grado di sentire i suoni prodotti dalle creste degli altri hadrosauri", ha detto Williamson.

Le code estremamente lunghe del Diplodoco e degli altri dinosauri sauropodi potrebbero anche essere state utilizzate per produrre rumori. Alcuni ricercatori hanno suggerito che le punte di queste code avrebbero potuto essere schioccate a velocità supersoniche, emettendo schiocchi, simili a quelli prodotti dalle fruste, che potevano percorrere lunghe distanze.

Inoltre gli Anchilosauri possedevano vie respiratorie allungate e contorte che potrebbero essere state utilizzate per realizzare o modificare suoni usati per la comunicazione. E gli enormi dinosauri sauropodi avevano lunghe vie respiratorie nei loro lunghi colli che, molto probabilmente, producevano suoni a bassa frequenza, ha detto Williamson.

Sulla base delle analisi delle orecchie dei Dinosauri, gli scienziati hanno concluso che questi animali avevano un udito eccellente per le basse frequenze, ha detto Williamson. Tali suoni a bassa frequenza possono "penetrare attraverso una fitta vegetazione e percorrere grandi distanze, e potrebbero aver permesso ai singoli dinosauri di essere ascoltati su vaste aree", ha spiegato Williamson.
"Il Mesozoico deve essere stato un posto incredibile, reso ancora più rumoroso e colorato dalle comunicazioni dei dinosauri", ha concluso.

Articolo originale
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...