giovedì 30 marzo 2017

Cosa succederebbe se consumassimo un solo tipo di cibo?


Un adolescente britannica è collassata ed è stato ricoverata in ospedale nel 2012 dopo aver mangiato principalmente pepite di pollo per gli ultimi 15 anni. Stacey Irvine, 17 anni, a quanto pare è sopravvissuta alla sua pesante dieta, a volte integrata da un sacchetto di patatine o da un pezzo di pane tostato, da quando era una bambina. I medici le hanno suggerito di cambiare urgentemente le abitudini alimentari, ma il caso della Irvine ci ha fatto chiedere: che cosa potrebbe veramente accadere se mangiassimo un solo tipo di cibo per tutta la vita?

Dipende dal  veleno che si sceglie, ma sempre veleno sarebbe. Secondo Jo Ann Hattner, consulente nutrizionista presso la Stanford University School of Medicine ed ex portavoce nazionale della American Dietetic Association, se si scegliesse di mangiare un solo tipo di frutta, verdura o di cereale questo porterebbe a insufficienze organiche diffuse. Il consumo di sola carne sarebbe poi come forzare il corpo ad iniziare a metabolizzare i propri muscoli. E se si escludesse quasi completamente alcuni cibi (come la frutta), si potrebbe sviluppare un grave caso di scorbuto.

"Io non consiglierei questo esperimento", ha detto Hattner, che ha anche scritto "Gut Insight" (Hattner Nutrition, 2009), un libro sulla salute dell'apparato digerente.

Nessun singolo vegetale o legume ha tutti e nove gli aminoacidi essenziali  di cui gli esseri umani hanno bisogno per costruire le proteine ​​che compongono i muscoli, ha detto la Hattner . Ecco perché la maggior parte delle culture umane, senza sapere nulla di chimica degli alimenti, hanno sviluppato diete centrate su verdure complementari che, insieme, li forniscono tutti e nove. In un primo momento, senza tutti gli amminoacidi giusti, i capelli comincia a schiarirsi e le unghie a diventare morbide. Ma molto peggio, "la massa corporea magra ne soffrirebbe. Questo non significa solo i muscoli, ma anche il cuore e gli organi." Alla fine, il cuore si restringe così tanto che si muore; questo accade, a volte, nei casi estremi di anoressia nervosa.

Mangiare un solo tipo di carboidrati - solo pane o pasta, per esempio - causa anche insufficienze d'organo, a causa della carenza di aminoacidi. Per prima cosa si avrebbe lo scorbuto, una malattia terribile causata dalla mancanza di vitamina C, una componente essenziale di molte delle reazioni chimiche del corpo. Grazie agli esperimenti altamente immorali condotti su detenuti in Gran Bretagna e negli Stati Uniti nel 1940, sappiamo che lo scorbuto colpisce dopo da uno a otto mesi di deprivazione di vitamina C (a seconda della quantità che il corpo aveva immagazzinato in anticipo). In un primo momento ci si sente letargici e le ossa diventano doloranti. Più tardi, strane macchie spuntano su tutto il corpo e si sviluppano in ferite che vanno in suppurazione. Subentrano ittero, febbre, perdita dei denti e, alla fine, si muore.

Una vita come "puristi della carne" sarebbe anch'essa un vicolo cieco.

Oltre a mancare di vitamina C, la maggior parte delle carni contengono pochissimi carboidrati - i pacchetti di energia di facile accesso che il corpo richiede costantemente per svolgere anche i compiti più insignificanti. "Senza i carboidrati, il corpo andrà a degradare parte della massa muscolare per ottenere l'energia che gli serve", dice la Hattner. Anche in questo caso, "muscolo" non significa solo i bicipiti. Finirete per degradare anche il vostro cuore.

Tuttavia, c'è un alimento che ha tutto: quello che tiene in vita i neonati. "L'unico cibo che fornisce tutti i nutrienti di cui gli esseri umani hanno bisogno è il latte umano", ha detto la Hattner. "Il latte materno è un alimento completo. Possiamo aggiungere alcuni alimenti solidi alla dieta di un bambino nel primo anno di vita per fornire più ferro e altre sostanze nutritive, ma c'è un po' di tutto nel latte umano."

Tecnicamente, gli adulti potrebbero sopravvivere di latte materno per tutta la vita, ha detto; la maggiore difficoltà sarebbe trovare delle donne disposte a fornirne a sufficienza. In mancanza di tale opzione, la seconda miglior scelta sarebbe il latte dei mammiferi, soprattutto se è fermentato. "Lo Yogurt, che è latte fermentato, contiene un sacco di batteri buoni e utili per l'apparato digerente", ha detto la Hattner.

Questi scenari ipotetici non sono solo speculazioni capricciose. In molte parti del mondo, le persone non hanno altra scelta, e per lo più mangiano un solo tipo di cibo: spesso, riso. Gli scienziati stanno sviluppando un riso geneticamente modificato che contenga più vitamine e sostanze nutritive, in particolare la vitamina A, al fine di combattere la malnutrizione.

Capire come imballare tutto quello che serve in un unico alimento è utile anche per i viaggi spaziali, dice la Hattner. "Ciò che maggiormente spinge la scienza della nutrizione è, 'Come facciamo a nutrire le persone nello spazio?' Gli scienziati stanno cercando di aumentare la concentrazione nutrizionale degli alimenti in modo da non avere un peso eccessivo da trasportare".

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...