sabato 3 marzo 2018

Il consumo di carboidrati nel Permiano: il modo in cui il trattamento degli amidi aiuta a costruire un antico mondo

Tutti amano un bel piatto di pasta. Dopo tutto, l'amido è il migliore alimento energetico. Ora, abbiamo la prova che l'abitudine di fare il pieno di carboidrati è durata per almeno 280 milioni di anni.

Un team di scienziati cinesi e tedeschi ha scoperto il più antico e inequivocabile amido fossilizzato mai trovato, sotto forma di cappucci granulari sulle megaspore di una pianta dell'età del Permiano chiamata lycopsid. Hanno anche trovato prove del fatto che questi dolcetti ad alta energia potrebbero essere stati le barrette energetiche per la diffusione delle prime spore.
"Suggeriamo che questi capolini di amido siano stati usati per attirare e premiare gli animali per la dispersione delle megaspore", spiega l'autore principale dello studio Feng Liu, dell'Istituto Nanjing di Geologia e Paleontologia, a Nanjing, in Cina. Lo studio, pubblicato online prima della stampa per la rivista Geology, fornisce anche prove preliminari del mutuo rapporto tra piante e animali.

Le lycopsid erano piante vascolari, antenate dei muschi moderni. Prosperarono nelle foreste brulicanti del Permiano, circa 280 milioni di anni fa. Le megalospore fossili di lycopsid, con guarnizione di granuli di amido eccezionalmente ben conservati, furono trovate in depositi di carbone dell'era Permiana nel nord della Cina.

I semi delle piante immagazzinano l'amido internamente per nutrire le piantine. Ma dopo aver analizzato le masse di amido nelle megaspore fossili usando la microscopia elettronica a scansione e la microscopia elettronica a trasmissione, e confrontandole con i semi moderni, gli scienziati hanno concluso che i cappucci di amido erano solo all'esterno, non all'interno, delle megaspore. Ciò significa che l'amido non faceva parte del sistema di nutrienti degli embrioni di lycopsid. Invece, i granuli probabilmente esistevano specificamente come dispositivo di diffusione delle spore.

Formiche, uccelli e mammiferi non esistevano ancora circa 280 milioni di anni fa, quindi gli autori dello studio ipotizzano che le lumache, insieme ad artropodi come millepiedi e scarafaggi, possano essere stati i principali consumatori degli spuntini deliziosi di amido. A loro volta, questi insetti disperdevano le megaspore del lycopsid. Sebbene l'amido esistesse sicuramente molto prima del Permiano, questa scoperta fornisce nuove informazioni sul suo ruolo ecologico, afferma Feng Liu. "Può aiutarci a comprendere meglio le abitudini alimentari degli animali terrestri e la complessità delle interazioni biotiche in tempi geologici antichi". Inoltre, mostra che il cibo amidaceo era una comodità per le creature molto prima dei giorni di gloria della fettuccina.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...