sabato 24 febbraio 2018

Nuove prove mostrano che la potenza del faraone Ramses è una fake news

Dati archeologici provenienti di uno scavo egiziano a 200 miglia ad est del confine libico hanno contribuito a scuotere la temibile reputazione di uno dei faraoni più famosi della storia.

Il dott. Nicky Nielsen, dell'Università di Manchester, afferma che gli egiziani che vivevano nella fortezza dell'età del bronzo di Zawiyet, Umm el-Rakham, erano in pace con i loro vicini libici.


Le scoperte del dott. Nielsen - pubblicate sulla rivista Antiquity - contraddicono la convinzione comune secondo cui Ramses il Grande avesse condotto - e vinto - in quel periodo una feroce guerra contro i suoi vicini, in Libia, in Nubia e nel Vicino Oriente.
Lo scavo è diretto dal dott. Steven Snape, dell'Università di Liverpool.

Le prove - che includevano lame di falce, manufatti di pietra, ossa di bovini di 3.300 anni fa - hanno mostrato che gli egiziani coltivavano raccolti e allevavano mandrie di bovini fino a 8 km di distanza dalla protezione del forte, situato in profondità nel territorio libico.
Secondo il dott. Nielsen, la scoperta si aggiunge all'informazione secondo cui Ramses aveva un limitato pedigree come soldato.

I famosi monumenti di Ramses che strombazzavano la sua abilità come guerriero non erano altro che antica propaganda, afferma il dott. Nielsen.

"Questa prova dimostra quanto gli occupanti egiziani di Zawiyet Umm el-Rakham facessero affidamento sui libici locali non solo per il commercio, ma anche per la loro conoscenza dell'ambiente locale e dei metodi di coltivazione più efficaci", ha affermato.
"E' un'altra forte indicazione che la convinzione diffusa che Ramses sia stato uno dei più grandi generali della storia è completamente sbagliata.

"Come avrebbe potuto Ramses essere in guerra con i nomadi libici, quando i suoi soldati vivevano in pace insieme con essi nel profondo del loro territorio? Semplicemente i conti non tornano.

"In effetti, la battaglia più significativa che Ramses abbia mai combattuto è stata quella di Kadesh: anche se è una delle più famose nel mondo antico, venne disastrosamente persa dal faraone".

Secondo il dott. Nielsen, gli Ittiti - i nemici degli egiziani - ingannarono il giovane re per portarlo a combatterli, il che lo portò a mettere a repentaglio una divisione del suo esercito.
Fu solo quando le altre tre divisioni del suo esercito alla fine riuscirono a salvarlo che fu in grado di fuggire, ma senza guadagnare terreno. In effetti, perse il controllo di gran parte della moderna Siria dopo la battaglia.

Il dott. Nielsen ha aggiunto "Quando ti rendi conto che Ramses fece modificare le incisioni di monumenti dedicati ad altri, così che sembrava che stesse celebrando i suoi successi, ti rendi conto del fatto che era un venditore di false notizie.

"Il suo nome era spesso scolpito così profondamente che era impossibile rimuoverlo, preservando così la sua eredità.

"E poiché ha generato 162 figli e governato l'Egitto per 69 anni, la sua propaganda ha avuto molte opportunità di mettere radici".

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...