lunedì 17 aprile 2017

20 inventori uccisi dalle loro invenzioni.


C'è qualcosa di radicato negli esseri umani che ci porta a prendere rischi pericolosi per provare cose che potrebbero cambiare il mondo. Nel corso della civiltà, migliaia e migliaia di invenzioni sono riuscite al di là del più grande sogno del loro creatore. Ma alcune furono epici fallimenti. Ecco uno sguardo su venti inventori che sono stati uccisi dalle loro invenzioni.

20. Thomas Andrews fu l'architetto navale capo della R.M.S. Titanic e gli fu concesso il grande onore di accompagnare la nave nel suo viaggio inaugurale. Andrews era a conoscenza della vulnerabilità del Titanic in acque minacciate dal ghiaccio e originariamente richiese che il Titanic avesse un doppio scafo e fosse dotato di quarantasei scialuppe di salvataggio, al posto delle venti in realtà presenti. Ma tutto questo fu annullato a causa dei vincoli di costo. Quando il Titanic colpì un iceberg il 15 aprile 1912, Andrews eroicamente aiutò molte persone a salire nelle scialuppe di salvataggio. E' stato visto l'ultima volta in prima classe nella sala fumatori, che piangeva. Il suo corpo non fu mai ritrovato.

19. William Bullock ha inventato la prima macchina da stampa moderna. Durante l'installazione di una macchina per il Philadelphia Public Ledger, Bullock stava cercando di montare una cinghia su una puleggia e purtroppo ebbe la gamba schiacciata nel meccanismo in movimento. Sviluppò rapidamente una cancrena e fu necessaria l'amputazione della gamba. Durante l'intervento chirurgico, il 12 aprile 1867, Bullock è morì per delle complicazioni.

18. Francis Edgar Stanley ha inventato le lastre fotografiche a secco che ha poi vendette a George Eastman della Eastman-Kodak. Con i profitti, fondò la Stanley Motor Carriage Company e sviluppò una linea di automobili a vapore chiamata Stanley Steemers. Il 13 luglio 1918, Francis Stanley stava mettendo alla prova uno dei suoi Steemers e deviò per evitare alcuni animali da da cortile. Si infilzò in un palo di legno e morì.

17. Jean-Francoise Pilatre de Rozier era una chimica francese e insegnante di fisica, oltre ad essere la madre del trasporto aereo. Fece il primo volo in mongolfiera nel 1783. Fu anche la prima a sperimentare l'idrogeno come propellente, lo testò prendendone una boccata e soffiando attraverso una fiamma. Dopo aver perso i capelli e le sopracciglia, respinse l'idrogeno come troppo volatile - qualcosa che i creatori del Hindenburg avrebbero poi confermato. Il 15 luglio 1785 de Rozier  tentò di attraversare la Manica sul suo pallone. Si schiantò, uccidendo se stessa e il suo passeggero.

16. Louis Slotin era un fisico nucleare americano che lavorò al progetto Manhattan. Dopo la guerra, Slotin continuò a sperimentare con il plutonio finchè accidentalmente innescò una reazione di fissione, che rilasciò una forte raffica di radiazioni. Resosi conto di quello che aveva fatto, Slotin eroicamente coprì il materiale con il suo corpo, mentre gli altri correvano per le colline. Morì il 30 maggio 1946, due settimane dopo l'esposizione.

15. Karel Soucek era un temerario inventore cecoslovacco. Costruì un apposita botte antiurto e ripetutamente si buttava nelle cascate del Niagara. Per completare questa impresa, Soucek inventò una nuova capsula e si buttò dal tetto dello Houston Astrodome il 20 gennaio 1985. Mancò il suo obiettivo, che era un piccolo contenitore d'acqua, e Soucek rimase ucciso nell'impatto. Lo stuntman di fama mondiale, Evel Knievel, cercò di dissuadere Soucek, dicendo: “E' la cosa più pericolosa che abbia mai visto.”

14. Sylvester H. Roper inventò la prima moto al mondo. La chiamò velocipede ed era in realtà una bicicletta convertita alimentata da un motore a vapore. Il 01 Giugno 1896, Roper stava testando il velocipede su una pista da biciclette e pedalava sulle due ruote a oltre quaranta mph. Improvvisamente, cadde e morì. L'autopsia mostrò che la causa della morte fu un attacco di cuore, ma non si sa se l'attacco ha causato l'incidente o se l'incidente è stato causato dall'attacco. Aveva settantadue anni.

13. Horace Lawson Hunley inventò il sottomarino. Il suo primo prototipo intrappolò sette marinai sott'acqua e li uccise tutti. Hunley tornò al tavolo da disegno e progettò un nuovo e migliore sub, giustamente chiamato H.L. Hunley, che egli stesso pilotò. Il 15 ottobre 1863, Hunley stava testando l'H.L. Hunley al largo della costa di Charleston, in South Carolina, ma la macchina non riuscì ad emergere e di nuovo uccise tutto l'equipaggio - tra cui Hunley se stesso.

12. Aurel Vlaicu era un rumeno inventore e pilota collaudatore della propria linea di velivoli, chiamati Vlaicu WR I, II, e III. Raggiuse molti primati importanti come la quota più alta raggiunta, il volo più lungo, e il più veloce. Ma venerdì 13 Settembre 1913, la fortuna di Vlaicu lo abbandonò quando tentò di raggiungere la più alta quota di volo mai raggiunta prima - attraversando le cime dei Carpazi. La causa dello schianto non è mai stata determinata.

11. Valerian Abakovsky inventò l'Aerocar, noto anche come l'Aerowagon, che era un vagone ferroviario ad elica a vapore destinato a trasportare velocemente dirigenti ferroviari attraverso le vaste terre della Siberia. Il 24 luglio, 1921, a venticinque anni, Abakovsky stava trasportando un gruppo di ventidue pezzi grossi da Tula a Mosca, quando avvicinandosi ad una curva a più di 80 miglia all'ora la sua Aerocar dereagliò uccidendo sei dei passeggeri, tra cui l'inventore.


10. Marie Curie era una chimica/fisica polacca che aprì la strada della ricerca sulla radioattività e vinse il premio Nobel due volte. Oltre a proporre la teoria della radiazione e a scoprire due nuovi elementi, è considerata l'inventrice della radiografia. La Curie morì il 14 luglio 1934, in un sanatorio francese per anemia aplastica causata dall'esposizione a lungo termine alle radiazioni, probabilmente dovuta alla sua abitudine di portare provette di plutonio in tasca.

9. James Fuller “Jim” Fixx non ha esattamente scoperto la corsa, ma l'ha resa popolare attraverso il suo libro bestseller Complete Book of Running. Fixx iniziò questo sport dopo una vita di stress e cattive abitudini. Divenne una celebrità mondiale del fitness e della vita sana. La mattina del 20 luglio 1984, era fuori per la sua corsa quotidiana quando cadde di botto sulla Route 15 a Hardwick, Vermont. La causa ufficiale della morte è stato un attacco di cuore fulminante. L'autopsia mostrò che le arterie del cuore erano bloccate al 70% nella discendente anteriore destra, all'80% in quella discendente anteriore sinistra, e il 95% nella circonflessa. Runner Jim Fixx aveva appena cinquantadue anni.

8. Max Valier era un ingegnere aerospaziale austriaco che inventò un propellente per missili solido e liquido. Dato il suo successo con il volo, Valier pensò che sarebbe stato bello inventare una macchina dotata di propulsione a razzo. Funzionò molto bene arrivando fino a 250 mph. Cercando di ottenere risultati ancora migliori, Valier sperimentò l'alcool come combustibile. Il combustibile ottenuto però esplose sul banco di lavoro uccidendoValier e bruciando completamente il suo laboratorio.

7. Alexander Bogdanov era un medico, scrittore, politico, e inventore russo. Fu un importante protagonista della Rivoluzione bolscevica del 1917 e finì in carcere. Passò dal braccio della morte di nuovo in medicina, dove divenne ossessionato dal sangue. Bogdanov fondò l'Institute For Haematology ed era convinto che le trasfusioni di sangue fossero il biglietto per la fonte della giovinezza. Per provare le sue convinzioni, usò se' stesso come cavia e si trasfuse sangue da un paziente affetto da malaria e tubercolosi. Morì due giorni dopo, il 07 Aprile 1928, ma il paziente lentamente migliorò. Sembra che i tipi di sangue fossero incompatibili - qualcosa di poco conosciuto all'epoca.

6. Otto Lilienthal era conosciuto come The Glider King. Pioniere tedesco nel settore dell'aviazione, Lilienthal fece oltre 2.000 voli in aliante e si ritiene che abbia perfezionato il design ad ala di gabbiano e stabilì anche il record di impennata a 1.820 piedi. Il 10 agosto 1896, Lilienthal sperimentò una nuova tecnica in aliante a cinquanta piedi. Perse portanza, entrò in stallo, e impattò il terreno, rompendosi l'osso del collo.

5. Li Si morì nel 208 a.C. a settantadue anni per la punizione "delle 5 pene". Era una forma di tortura o di “punizione” che consisteva nel tatuare il volto, tagliare il naso, tagliare i piedi, castare il malcapitato, e infine lasciarlo morire dissanguato. Li Si fu primo ministro durante la dinastia Qin della Cina ma poi cadde in disgrazia presso l'imperatore. Va notato che Li Si aveva inventato le "5 pene".

4. Henry Smolinski ottenne una laurea in ingegneria aeronautica dal Northrup Institute of Technology. Al vecchio Hank venne l'idea di una macchina volante così prese la parte munita di ali di un Cessna 337 Skymaster e la saldò sulla parte superiore di una Ford Pinto del '71. Lui pensava veramente che questa cosa potesse volare. L'11 settembre del 1973, Hank invitò il suo amico, Harold Blake, per un giro sulla Pinto. A circa trecento piedi, una delle ali si staccò  la macchina ibrida li disarcionò uccidendoli ma evitando loro di morire bruciati vivi.

3. Abu Nasr Ismail ibn Hammad a-Jawhari morì intorno al 1008 d.C. a Nishapur che si travava in quello che è l'Iraq di oggi. Era un religioso musulmano, studioso, e inventore. Era affascinato dal volo così costruì un paio di ali, con struttura di legno coperta di piume e legate alla schiena e alle braccia. Per impressionare l'Iman, a-Jawhari saltò dal tetto della moschea sperando che l'invenzione funzionasse. Non funzionò, ma per commemorare il primo tentativo conosciuto di volo umano, venne fatto un mosaico murale sulla parete della moschea. In realtà è molto carino.

2. Wan-Hu potrebbe essere o non essere realmente esistito. Alcuni dicono che è apocrifa, o dubbio, ma una cosa è certa - è diventato una leggenda. Wan-Hu si ritiene fosse un funzionario cinese del 16 ° secolo, che cercò di spararsi alla luna collegando quarantasette razzi a una sedia e accendendoli tutti  in una volta. Dicono che ci fu questo enorme botto e, quando il fumo si diradò, Wan-Hu e sua sedia erano introvabili. Oggi, un cratere sulla Luna prende il nome da Wan-Hu... e non è un'invenzione.

1. Franz Reichelt era reale - un vero stupido figlio di buona donna se mai ce n'è stato uno. Era conosciuto come The Flying Tailor ed è considerato l'inventore del cappotto paracadute. Per dimostrare che funzionava, imbrogliò i custodi della Torre Eifel per convincerli a lasciarglielo dimostrare. Il 4 febbraio 1912, Franz invitò la stampa in modo che potessero testimoniare il suo salto inaugurale. Balzò dal primo ponte ma la gravità ebbe la meglio. L'impresa venne catturata su pellicola e oggi si può guardare questo Sciocco spiaccicarsi su YouTube.

Articolo originale
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...