domenica 19 novembre 2017

E' stata scoperta un'antica forma di vita in una remota valle della Tasmania

Hamelin Pool (Stromatolites) (2051681803).jpg
By Phil Whitehouse from London, United Kingdom - Hamelin Pool (Stromatolites), CC BY 2.0, Link

Un team di ricercatori della Tasmania ha scoperto dei rari stromatoliti viventi all'interno della Tasmanian Wilderness World Heritage Area.

I ricercatori del Department of Primary Industries, Parks, Water & Environment (DPIPWE) e della University of Tasmania hanno fatto la scoperta durante un sondaggio delle zone umide carsiche torbose, un tipo insolito di palude che si trova solo su terreni torbosi che si trovano sopra rocce calcaree e altre rocce carbonatiche.

La dottoressa Bernadette Proemse dell'Università dice che questa è una scoperta emozionante, perché gli stromatoliti viventi erano precedentemente sconosciuti in Tasmania.

"La scoperta rivela un ecosistema unico e inaspettato in una valle remota nel sud-ovest dello stato", ha detto la dott. Proemse.

"L'ecosistema si è sviluppato attorno ai tumuli primaverili dove le acque sotterranee ricche di minerali sono costrette a superare le strutture geologiche delle rocce calcaree sottostanti. La scoperta si è dimostrata doppiamente interessante, in quanto l'esame approfondito ha rivelato che questi tumuli primaverili erano in parte costruiti da stromatoliti vivi".

"Gli stromatoliti sono strutture laminate di microrganismi che creano strati di minerali utilizzando elementi dissolti nell'acqua in cui vivono. Gli stromatoliti fossili sono la più antica prova di vita sulla Terra - sono apparsi per la prima volta 3,7 miliardi di anni fa!"

Roland Eberhard della DPIPWE's Natural and Cultural Heritage Division ha dichiarato che gli stromatoliti sono rari, perché forme di vita più avanzate, come le lumache acquatiche, si nutrono dei microrganismi necessari per formarli.

"La scoperta di stromatoliti viventi in Tasmania è altamente significativa in quanto gli stromatoliti sono rari a livello mondiale e non c'erano precedenti evidenze in Tasmania, ad eccezione di antichi fossili", ha dichiarato Eberhard.

"L'analisi del DNA indica che gli stromatoliti della Tasmania sono comunità di microrganismi che si differenziano da tutti gli altri stromatoliti noti".

La scoperta fornisce indizi del motivo per cui gli stromatoliti hanno prosperato per milioni di anni, per poi sparire praticamente da tutta la Terra, tranne in alcuni luoghi eccezionali.

I ricercatori ritengono che l'acqua altamente mineralizzata che scaturisce dai tumuli primaverili sia un fattore critico nella capacità degli stromatoliti di sopravvivere nelle lande selvagge della Tasmania, perché sfida altre forme di vita.

Ciò è diventato evidente quando i ricercatori notarono che i tumuli erano ricoperti di conchiglie di lumache di acqua dolce morte.

"Questo è un bene per gli stromatoliti perché significa che ci sono poche lumache viventi che possano mangiarli. Fortunatamente, questi 'fossili viventi' della Tasmania sono protetti dalla World Heritage Area e dal fatto che i tumuli primaverili sono relativamente remoti", ha detto la dott. Proemse.

Sono previste ulteriori indagini per valutare se i tumuli primaverili e gli stromatoliti si trovano anche in altri siti della World Heritage Area.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...