lunedì 6 novembre 2017

Che cosa ci fa fare le puzzette?


La risposta può puzzare, ma ogni volta che mangiamo o beviamo qualcosa produciamo gas. Infatti, è normale produrre fino a metà di un gallone (1,9 litri), o circa da 15 a 20 zufoli di gas ogni giorno.

Quando mandiamo giù il cibo, l'aria viene ingoiata con esso. Quindi, se un rutto vi sembra scortese, ricordate che l'aria deve lasciare i nostri corpi in un modo o nell'altro.



Le flatulenze odorose, però, provengono da colonie di batteri che vivono all'interno del nostro tratto intestinale inferiore (ecco perché il rilascio di gas dopo un pasto può richiedere ore). Nel processo di conversione dei nostri pasti in nutrienti utili, questi microrganismi alimentari emettono un prodotto puzzolente costituito di gas idrogeno solforato, lo stesso che emana dalle uova marce.

Anche se la risposta gassosa dei batteri al cibo è diversa da persona a persona (oerchè ognuno di noi ha una propria collezione unica di batteri), gli ingredienti più importanti che generano gas sono gli zuccheri, in particolare i seguenti quattro:

    Fruttosio - Un componente naturale di piante come cipolle, mais, grano e frutta in genere. È spesso concentrato negli sciroppi di zuccherini per bevande analcoliche e bevande alla frutta.
    Lattosio - E' lo zucchero naturale del latte, ma viene aggiunto anche a cibi come pane, cereali, insaccati. Alcune persone sono nate con bassi livelli di lattasi, l'enzima che rompe il lattosio, un difetto che amplifica la loro suscettibilità alla produzione di gas.
    Raffinosio - L'ingrediente segreto che provoca la produzione di gas quando si mangiano i fagioli, ma che si trova anche in broccoli, cavolfiori, cavoli, asparagi e altre verdure.
    Sorbitolo - Si trova in quasi tutti i frutti, questo zucchero indigeribile viene utilizzato anche come dolcificante artificiale nelle "diete" e negli alimenti senza zucchero. Ebbene sì, le gomme, le caramelle, la soda senza zucchero e qualsiasi altra cosa illusoriamente dolce può causare produzione di gas.

Altri alimenti che provocano flatulenze includono fibre e amidi in alimenti come il mais, le patate e il grano. I grassi e le proteine ​​non provocano gas, ma possono rendere un pasto lungo da digerire e dare ai batteri più tempo per generare gas da altri ingredienti.

Qual'è l'unico cibo che non ci dà gas? Il riso.

La lotta contro la flatulenza procede per prove ed errori per capire quali alimenti eccitano i nostri amici intestinali e ridurne il consumo. Come regola generale, assumendo prodotti anti-gas come l'alfa-galattosidasi o l'enzima della lattasi insieme con gli alimenti problematici può frenare in parte la produzione di flatulenze - il simethicone, invece, aiuta solo a ridurre il gonfiore facendo espellere il gas più velocemente.

Una produzione di gas cronica, irritante o dolorosa può segnalare qualcosa di più serio, però, e in questo caso conviene rivolgersi ad uno specialista gastroenterologo.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...